La funzione di condivisione dello schermo o “mirroring” permette a studenti e insegnanti di condividere in modalità wireless i propri contenuti dai loro dispositivi individuali all’ActivPanel, lo schermo interattivo ormai divenuto fondamentale per la classe.

In questo articolo puoi scoprire come puoi portare la condivisione dello schermo al livello successivo per ottenere maggiori benefici in classe utilizzando le fotocamere. In effetti, niente di più semplice, dato che i dispositivi mobili (tablet e smartphone) hanno di solito una fotocamera integrata!

Una buona visibilità sul lavoro degli studenti

Quando uno studente condivide il suo dispositivo mobile su uno schermo digitale interattivo come l’ActivPanel e poi apre l’applicazione fotocamera, può mostrare istantaneamente a tutta la classe ciò che ha davanti. È davvero una “finestra” sul suo mondo che gli permette di condividere con tutta la classe il proprio lavoro o di gruppo su scrittura, disegno, scultura, pittura o qualsiasi altra cosa.

Con l’applicazione di condivisione dello schermo integrata nel menu unificato di  ActivPanel Elements Series, l’insegnante può sfruttare questa funzione senza doverla installare o configurare. Disponibile non appena l’ActivPanel è acceso, l’insegnante inizia immediatamente la sua lezione. Sia che ci si trovi in classe o a casa o in una classe ibrida, tutti gli studenti si possono collegare con il codice di classe a 6 cifre. Questo rende semplice mantenere il legame, il contatto diretto tipico di una classe con gli studenti a distanza e assicurare un corso completo e di qualità. Uno dei vantaggi della condivisione dello schermo è non solo quello di garantire l’impegno e il coinvolgimento degli studenti nella lezione e nel loro apprendimento, ma anche di valorizzare il lavoro personale di uno studente a casa, presentandolo ai suoi compagni come avrebbe fatto se fosse stato in classe.
Gli insegnanti possono usare questa “finestra” dal vivo per una dimostrazione di abilità tecniche o per spiegare un processo dimostrando un movimento che è difficile da vedere o descrivere quando gli studenti sono in classe.

Mostrare i gesti e come fare le cose su un grande schermo permette all’insegnante, attraverso la condivisione dello schermo, di fornire la visibilità necessaria in classe e attirare l’attenzione degli studenti. Tutti gli occhi sono puntati sull’ActivPanel. Se prendiamo diversi esempi pedagogici, come ad esempio un esercizio pratico di una lezione di chimica o un compito su come tagliare le carote a julienne in una classe di cucina, può essere difficile da descrivere e difficile da vedere per gli studenti quando sono tutti stretti intorno al piano di lavoro dell’insegnante. Invece, se l’insegnante utilizza una telecamera e l’applicazione Screen Sharing, trasmette tutto il suo approccio, i gesti e le spiegazioni in diretta su un ActivPanel. In questo modo, tutta la classe può vedere, seguire e assistere in diretta all’andamento dell’attività, in modo da poterla meglio comprendere e replicare.

Ora proviamo ad associare la telecamera e lo Screen Sharing ad un sistema di videoconferenza. Tutti i contenuti sono condivisi con gli studenti lontani coinvolti nella dimostrazione nonostante la distanza. È anche possibile registrare la sessione utilizzando lo strumento Screen Recorder, presente nel software ActivInspire. La lezione registrata in formato video MP4 può essere visualizzata, vista più volte dagli studenti, da casa, fuori dall’aula, in modalità asincrona.

Impara ora e condividi in seguito

Le attività educative, come quelle descritte sopra, possono essere svolte in modo diverso. Quando gli studenti sono in gita scolastica o anche nel fine settimana, possono raccogliere foto e video da condividere e presentare alla classe in seguito. Con l’applicazione Screen Sharing, il contenuto dello studente viene visualizzato sull’ActivPanel. Possono scriverci sopra usando lo strumento Annotare e inserire tutto il loro lavoro direttamente nell’applicazione Instant Whiteboard  integrata nell’ActivPanel per incoraggiare la discussione.

Google Street View è un’altra applicazione che si adatta molto bene a questo approccio pedagogico. Gli studenti possono creare foto a 360° dei luoghi che visitano, delle loro scuole, dei loro ambienti e poi condividere queste immagini con i loro compagni di classe. Queste foto possono poi essere integrate in tour virtuali o spedizioni, e poi incorporate in link, come un “breadcrumb trail”, per un emozionante viaggio educativo congiunto. Questo è un ottimo modo per gli studenti di scoprire un museo o un’architettura da lontano, come la Sagrada Familia in Spagna o la Cattedrale di Notre-Dame di Parigi.

Quando si tratta di combinare un’applicazione di mirroring con le videocamere, le possibilità sono davvero infinite. L’applicazione Promethean Screen Sharing consente di collegare fino a 39 dispositivi alla volta tramite ActivPanel e di visualizzare quattro schermi contemporaneamente in formato orizzontale. Ci sono una vasta gamma di applicazioni che gli insegnanti possono sfruttare per coinvolgere gli studenti e promuovere la collaborazione, la motivazione e la comprensione.