La tecnologia riguarda tutti gli aspetti della vita quotidiana e ha un enorme impatto sul mondo moderno su cui si sta affacciando l’attuale generazione di studenti.

Dopo un anno scolastico senza precedenti, la tecnologia è stata determinante per mantenere la continuità educativa. Qual è quindi l’attuale situazione nelle scuole di tutta Italia? Come viene utilizzata la tecnologia e cosa ci riserva il futuro?

Insegnare con la tecnologia
Il Report di Promethean su Tecnologia e Scuola ha rivelato che la tecnologia è ben accolta e utilizzata all’interno delle classi, con oltre tre quarti degli insegnanti che spiegano che li aiuta a svolgere meglio il proprio lavoro.

Tre su quattro di tutti gli educatori crede che sia importante garantire che gli studenti abbiano accesso e visibilità a strumenti che possano migliorare il loro sviluppo e prepararli per il futuro. Lo sviluppo degli studenti e i risultati pedagogici sono fattori chiave all’interno della classe, assicurarsi che gli studenti siano coinvolti e interagiscano efficacemente con il loro apprendimento è vitale. Oltre l’80% degli educatori concorda sul fatto che la tecnologia è un ottimo modo per coinvolgere gli studenti.

La metà di tutti gli educatori ha spiegato che si sforza costantemente di utilizzare la tecnologia come strumento educativo all’interno delle lezioni, ma una cosa che sembra essere un problema è che, secondo il 48% degli intervistati, la tecnologia scolastica è più un ostacolo che un vantaggio a causa di strumenti inaffidabili.

Cosa significa questo?
Gli educatori italiani riconoscono i vantaggi che la tecnologia può avere sullo spazio educativo, non solo per il coinvolgimento degli studenti ma anche per il supporto degli insegnanti. Ma gli ostacoli alla diffusione della tecnologia vanno oltre l’accesso agli strumenti.

Il fallimento della tecnologia sta avendo un impatto sul suo utilizzo all’interno delle lezioni, con quasi la metà di tutti gli intervistati che hanno accesso alla tecnologia afferma di non usarla perché non sempre funziona ed è più un problema che un vantaggio.

Tuttavia, questa sembra una sfida che viene affrontata nelle scuole con il 94% dei dirigenti scolastici che spiega di essere interessato a migliorare le disposizioni tecnologiche della propria scuola.

Per il futuro, l’86% degli educatori ritiene che l’uso della tecnologia sarà più intenso, combinando tecnologia con metodi e risorse tradizionali. Inoltre, non sorprende che a seguito dell’emergenza sanitaria si prevede che i contenuti online vedranno la crescita maggiore.

Nel complesso, gli insegnanti di tutta Italia desiderano utilizzare di più la tecnologia durante le lezioni, ma l’accesso a strumenti appropriati che funzionino perfettamente con la classe è un problema. Tuttavia, è promettente vedere che c’è un interesse a trasformare queste sfide in opportunità con la creazione di spazi di classe connessi e collaborativi.

Per saperne di più su cosa pensano gli educatori di tutta Italia sui temi chiave che deve affrontare l’istruzione, scarica qui il Rapporto di Promethean.