Tecnologia didattica in una scuola primaria

Tecnologia didattica in una scuola primaria2018-07-25T10:09:10+00:00

Tecnologia didattica in una scuola primaria

Tecnologia didattica in una scuola primaria: l’esperienza sperimentale dell’istituto Comprensivo di Calcinato (Brescia) con Promethean.
Insegnante: Monica Arrighi

Da che età la tecnologia applicata alla didattica può essere inserita con profitto nelle scuole?

E’ la domanda che abbiamo rivolto a Monica Arrighi, maestra di scuola primaria presso l’Istituto Comprensivo di Calcinato – Brescia che da un paio di anni ha iniziato con i suoi alunni attualmente di classe seconda un’avventura digitale coinvolgente e divertente.

“Ognuno dei miei studenti, fin dalla prima dispone di un tablet in classe.  Le prime App che ho scaricato sono state quelle collegate all’apprendimento della scrittura e della matematica ed in particolare quelle nelle quali venivano presentati diversi livelli di esercizi di calcolo mentale. Attraverso il software Book Creator ho iniziato a realizzare i primi semplici e-book che caricavo in Play Libri e che loro leggevano utilizzando il tablet.”

Monica Arrighi, a seguito dell’entusiasmo riscontrato, ha avviato una sperimentazione in collaborazione con Promethean, azienda leader mondiale nell’ambito delle tecnologie per l’Education. La sperimentazione è basata sull’utilizzo di LIM e Panel interattivi, ultimo ritrovato tecnologico del mondo della didattica digitale, congiuntamente ad una piattaforma digitale per l’apprendimento che permette di creare lezioni e condividerle in modalità interattiva e collaborativa con gli studenti.

“La conquista maggiore è stata proprio aver utilizzato in classe la piattaforma Promethean Classflow” – prosegue la maestra – “un ambiente digitale che mi permette di inviare ai loro devices tutto ciò che viene scritto alla LIM. Inoltre c’è la possibilità di creare alcune attività quali: memory, crossword, crucipuzzle, timeline  mirate all’unità di lavoro che si sta svolgendo.

Attraverso Classflow è possibile realizzare anche una serie di verifiche di diverso tipo: da quelle a scelta multipla alle risposte aperte, al riordino di frasi. Ciò mi ha permesso di  effettuare valutazioni con feedback immediato, in quanto alla fine delle verifiche la corrione automatica permetteva agli alunni di visualizzare subito i risultati ottenuti.”

“L’idea di avviare con Monica una sperimentazione delle nostre soluzioni tecnologiche in una fascia di età così acerba mi è parsa un’idea “folle” – racconta Danilo Presti, Training manager in Promethean – “ma oggi, vedendo gli alunni di Monica  operare ed apprendere con entusiasmo e vedere con quale abilità realizzano i loro primi semplici prodotti ci spinge sempre più ad una ricerca di attività e di proposte didattiche innovative.”

Se anche tu desideri avviare un progetto sperimentale nella tua classe con Promethean, scrivici a: Italia@PrometheanWorld.com.

Scarica il pdf dell’articolo per portarlo ad un amico che potrebbe essere interessato alla sperimentazione cliccando qui.

2017-09-20 11.59.05

COOKIE

Questo sito utilizza cookie per darti la miglior esperienza di navigazione. Se continui senza cambiare queste impostazioni nel tuo browser, acconsenti in automatico all’utilizzo.

Leggi la nostra cookie policy.
Accetta